Gambe pesanti: microcircolo e ristagno venoso

Pubblicato il 19 Giugno 2015

Ogni anno con l’arrivo della stagione calda, ecco che si riacuiscono i classici dolori legati allinsufficienza venosa degli arti inferiori con manifestazioni dolorose, prurito, gonfiore, rottura dei capillari. E’ un fenomeno che colpisce specialmente le donne, che già in inverno risentono della ritenzione idrica o hanno problemi di cellulite, ma anche chi lavora per molte ore in piedi, o chi fa un lavoro d’ufficio per cui è costretto a stare seduto per diverse ore.

Il microcircolo è una vera e propria rete di connessioni che permette al sangue pompato dal cuore attraverso i capillari che fanno da ponte, di passare dalle arterie, alle vene, scambiando ossigeno e nutrienti con scarti ed anidride carbonica con le cellule circostanti. Se il flusso del sangue nelle vene delle gambe rallenta, le venule si gonfiano per dilatazione, provocando l’insufficienza venosa.

Diverse sono le cause di questa patologia:

- Sedentarietà

- Ereditarietà

- Sovrappeso

- Alimentazione

- Lunga esposizione al sole

 

Se trascurato, il problema potrebbe evolvere causando problemi circolatori molto seri, che vanno trattati con metodiche più o meno invasive dallo specialista. Alla comparsa di questi piccoli fastidi chiedete consiglio al medico curante o al farmacista di fiducia.

Cercate di mantenere un peso ideale, evitate fumo, alcool, cibi molto salati, praticate sport, come corsa o lunghe camminate, ma soprattutto bevete tanta acqua, così da aumentare l’azione drenante, l’eliminazione delle scorie e controllare il ristagno venoso.

Quando la dieta ed il corretto stile di vita non bastano, si può ricorrere all’uso di creme e compresse ad azione vasoprotettrice, anti-edemigena, antinfiammatoria ed elastica, contenenti mirtillo nero, vite rossa (es: Antistax Freshgel o Antistax compresse), centella asiatica, meliloto, cumarina (es: Stasiven Top crema o Stasiven compresse). E’ consigliabile utilizzare entrambe le formulazioni così da ottenere un’azione sinergica. Deglutire le compresse preferibilmente al mattino per ottenere i migliori benefici nell’arco della giornata, infine una volta a casa massaggiare per circa 15 minuti con movimenti rotatori dal basso verso l’alto per combattere il ristagno venoso ed alleviare il fastidioso indolenzimento, proseguire per tutta la stagione estiva.

L’integrazione insieme a piccole accortezze quotidiane permettono di vivere al meglio la giornata, sfruttare ogni singolo istante ed eliminare quella strana e fastidiosa sensazione di avere delle “gambe di legno”!